+

DarkStar nasce come sito web personale per raccogliere esperienze e osservazioni in campo astronomico con la speranza che possano essere di aiuto e ispirazione ad altri. Il sito è aperto a collaborazioni (chi "vuol fare" è sempre bene accetto), si legga a questo proposito la sezione "CHI SONO".

 

Cherubino - Diglit (al secolo Paolo Casarini)

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI:

VIXEN VMC-200L

8 pollici giapponesi, schema atipico, ottime prestazioni, ottima meccanica. Uno dei miei strumenti preferiti insieme al cugino VISAC. Lo ritengo il migliore all around fotovisuale da 8 pollici non prettamente specializzato. Alcuni ne parlano male, semplicemnete credo non siano capaci di usarlo correttamente...

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/vixen-vmc-200l/

MEADE 2045-D

uno dei primi "piccoli telescopi da eclisse", quantomeno il primo o quasi a larga diffusione. Il Meade 2045 è bello ma poco utile e accusa molti problemi di assemblaggio.

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/meade-2045-d/

VIXEN 120-S

Ha molte primavere sulle spalle ma il suo progetto sono ancora attuali e sfruttabili. Costruito molto bene il 120S prima serie è un "evergreen" e sa dare grandi soddisfazioni, in ogni campo applicativo. Con in più una estetica molto personale.

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/vixen-120-s/

TAL ALCOR 65mm newton

Un microscopico newtoniano su montatura altazimutale e colonna prodotto nel mondo sovietico oramai superato. Uno strumento otticamente e meccanicamente particolare che è poco più di un bel giocattolo pur con ottiche di pregio.

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/tal-65-alcor/

 

DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE:

- MEADE 178 MAK LX200 GPS: Un ottimo Maksutov-Gregory, ben costruito e prestazionale anche grazie alla montatura LX200.
- GEOPTIK HERCULES: un treppiedi fantastico: bello, robusto, molto ben costruito. E nemmeno troppo caro per quel che offre.
- SKYWATCHER EVOSTAR 72-ED: un moderno 7 cm. semi-apocromatico dalle buone prestazioni generali.
- SKYWATCHER 150/750 e 200/1000: due newton fotografici e visuali economici. Come vanno i "glitterati"?

UN SEMPLICE SMARTPHONE

L'immagine è stata scattata la sera del 16 gennaio 2021 da Milano sotto un cielo definibile Bortle 9++ (quindi con circa 3/4 stelle in media visibili e un colore rosso aranciato diffuso unito ad una quasi totale traslucidità dell'aere). Condizioni impossibili per fotografare seriamente ma avevo installato il rifrattore Vixen 120-S e disponevo degli oculari LV coevi o quasi per eseguire alcuni test di correzione di campo, così ho collegato il telefonino (un Samsung A51 dotato di buona fotocamera) e scattato alcune immagini ai principali ammassi aperti tra l'Auriga e il Perseo.

Propongo l'immagine del "Doppio Ammasso", senza che questa sia stata in qualche modo elaborata o migliorata. Si tratta di un singolo scatto della durata di 10 secondi con impostazione ISO su 400 (virtuali). Samsung A51 operante in metodo afocale con interposizione di oculare LV-20mm Vixen.

L'immagine grezza lascia immaginare notevoli potenzialità se si operasse sotto cieli bui e trasparenti. La indubbia e quasi inevitabile aberrazione cromatica laterale è introdotta dalla distanza tra lente di campo dell'oculare e obiettivo del telefono, accentuata in particolar modo nel caso di impiego di oculari ad alevata estrazione pupillare come la serie "LV" appunto. Il fenomeno va tenuto "sotto controllo" e l'assialità oculare/telefono va curata bene per evitare di avere fenomeni di aberrazione asimmetrica. Non è facile e richiede un minimo di perizia. La cromatica uò essere ridotta e sicuramente può essere anche "ripulito" il fotogramma scattando una serie di immagini da sommare poi con l'inserimento di qualche "flat field" realizzato ad "hoc".

E' una tecnica da creare e sperimentare che potrebbe dare soddisfazioni...

VIXEN POLARIS 80L (80/1200)

E' sempre così bello osservare con un lungo e sottile rifrattore. Il Vixen 80L è una mezza icona. Ha ottiche di elevato livello, non presenta difetti di focalizzazione, ha una meccanica senza ombre e una estetica accattivanete. Lavora bene su qualsiasi soggetto e non delude mai a patto di ricordarsi che possiede 80 millimetri di apertura. Vale la pena di usarlo sulla sua montatura e cavalletti originali, magari con un motorino sincrono di inseguomento siderale e nulla più.

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/vixen-polaris-80l/

Sopra: il Vixen 80L con la sua montatura e treppiedi originale.

VIXEN VMC 200L

E' il cassegrain giapponese per eccellenza. Accettabilmente leggero da consentirne l'uso su montature alla portata dei più, costruito in modo impeccabile, dotato di ottiche di alto livello e di meccanica adeguata. Non ha difetti, obiettivamente, ed è dotato di ogni possibile calibrazione immaginaria. Rende in modo notevole in ogni campo di applicazione ed è proposto ad un prezzo di listino allettante. Non credo si possa dire altro se non invitare alla lettura dell'articolo completo.

Chiunque ne parli male dimostra semplicemente di non essere capace di farlo funzionare a dovere o di sperare che un 8 pollici ostruito travalichi le leggi della fisica ottica.

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/vixen-vmc-200l/

Sopra: il Vixen VMC 200L installato su una EQ6 e beneficiario di un Vixen 60/700 guide scope.

MEADE 2045: il telescopio nella valigia

Non ho bocciato senza appello molti strumenti nella mia vita di censore. Alcuni Zeiss, alcuni Polarex, un paio di Intes e alcuni Zen, forse qualche altro strano "esperimento" dell'ingegno umano. Tra i bocciati (o quantomeno rimandati agli esami di riparazione) metto però anche il vecchio Meade 2045. Nato da una buona idea (pur non originale), gode di ottiche di ottimo livello ma di meccanica e assemblaggio assolutamente insufficienti.

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/meade-2045-d/

Sopra: fanciulla a spasso con la "valigetta" del MEADE 2045...

TAL ALCOR 65mm (newton f 7.7)

Lo definirei uno scherzo della industria bellica (o quasi) sovietica del secolo scorso. Ha ottiche ben lavorate, una meccanica da carro armato e sta tutto in una valigia non troppo grande. Funziona? Sì, anche bene a modo suo, ma è troppo lontano dalla comodità cui ci siamo oramai abituati...

 

https://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/tal-65-alcor/

LO STRUMENTO RARO DEL MESE

Il Carton CST-80 F12,5 non è obiettivamente uno strumento rarissimo ma tende a divenire esemplare quando è completo di tutto il suo corredo originale e tenuto in modo maniacale. A me piace da impazzire e il solo motivo per cui non ne ho mai comprato uno come questo (in vendita all'asta in Giappone per qualche centinaio di euro) è che non ho più spazio per esporlo...

Consiglia questa pagina su: