+

DarkStar nasce come sito web personale per raccogliere esperienze e osservazioni in campo astronomico con la speranza che possano essere di aiuto e ispirazione ad altri. Il sito è aperto a collaborazioni (chi "vuol fare" è sempre bene accetto), si legga a questo proposito la sezione "CHI SIAMO" e "OPEN PAGE".

 

Cherubino - Diglit (al secolo Paolo Casarini)

NUOVI ARTICOLI PUBBLICATI:

BRESSER 152L CUSTOM

Un grosso rifrattore acromatico sottoposto a miglioramenti meccanici e affinamenti si trasforma da discreto outsiders a macchina di pregio capace di ottime prestazioni, almeno in campo visuale.

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/bresser-152-l-custom/

MIZAR "F" HUYGENS VINTAGE EYEPIECES

Oculari degli anni '60, in barilotto di bachelite ancora oggi intriganti e capaci di prestazioni esaltanti se impiegati nel modo corretto.

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-accessori/mizar-f-eyepieces/

DEEP SKY CON LO SMARTPHONE

Forografare gli oggetti del cielo profondo con il telefonino è possibile. Bisogna però accontentarsi di alcuni soggetti luminosi e di risultati piacevoli ma non eclatanti.

 

http://www.dark-star.it/fotografia-con-il-cellulare/deep-sky/

DIGISCOPING SMARTPHONE ADAPTER

Fotografare con il cellulare: intuitivo ed economico. Un supporto adeguato rende il tutto anche molto semplice.

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-accessori/digiscoping-smartphone-adapter/

DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE:

- DA TELESCOPIO A CANNOCCHIALE: la trasformazione di un rifrattore custom in un cannocchiale terrestre.

- "PROFONDO CIELO": maggio 1995, viene pubblicato un volume che farà storia. Da oltre 20 anni con me, nel bene e nel male...

- TAKAHASHI FC 100-DL: versione super limitata (100 esemplari) in fluorite con focale 920 mm. Sarà all'altezza del FC 100-N a f10?

- MIZAR-HINO 60/1000: dal lontano Giappone un classico del secolo scorso.

MIZAR - HINO 60/1000

Appena arrivato dal lontano Giappone un piccolo classico della produzione Mizar del secolo scorso. Lo strumento, completo di montatura, cavalletto e contrappeso, è in fase di pulizia e piccolo restauro e successiva serie di test. Vedremo insieme come si comporta questo old f16,7 sotto la volta stellata.

VENERE: 19/1/2017 - TAKAHASHI FCT-150

Nel pomeriggio del 19 gennaio 2017 ho sfruttato il poco tempo libero a mia disposizione per eseguire un paio di riprese di Venere usando l'amato rifrattore Takahashi FCT-150 che impiego sempre raramente a favore di test e prove con strumenti meno "eclatanti".

Benché non rappresenti certo il telescopio migliore nella ripresa di Venere (per cui serve un po' di diametro e filtri molto stretti oltre che una camera rigorosamente monocromatica sensibile al UV o all'infrarosso a seconda dei casi), i risultati sono stati più che discreti.

Abbinato alla camerina a colori (avevo quella per le mani e non la amo su Venere, molto meglio una MONO) QHY5L-II e solamente ad una barlow 2,5x (quindi con focale equivalente di circa 2,7 metri (piuttosto limitata con un certo sottocampionamento ben visibile) ho ripreso due filmati da 15.000 frames di cui ne ho tenuti circa il 40%.

Un filmato senza filtri e uno, per provare, con il filtro violetto chiaro 047 (come indicato in calce all'immagine). Seeing medio (tra i 5 e i 6/10 un po' altalenante).

VENERE - rifrattore apocromatico da 10 cm.

Prima prova con il piccolo Takahashi FC-100 DL (versione limitata 100/920). Un filmato da 5000 frames di cui ne sono stati usati il 25%. nessun filtro. Camera QHY5L-II a cori. Milano, 19 febbraio 2017.

VOGLIA DI CANNOCCHIALE TERRESTRE (traformazione di un rifrattore autocostruito)

Un 70/900 autocostruito è stato trasformato in un potente cannocchiale terrestre ideale per lo scopo prefisso: osservare rifugi montani, creste e ghiacciai dalla mia postazione alpina. Prossimamente l'articolo completo...

SOLE IN H-ALPHA CON SMARTPHONE E PST MODIFICATO

Non riprendo né osservo quasi mai la "nostra" stella ma ieri pomeriggio (19-2-2017), coccolato da una temperatura quasi mite e un Sole poco velato, ho rispolverato il PST modificato e scattato un paio di immagini in H-ALPHA con lo smartphone HUAWEI P8 in proiezione di oculare.

Consiglia questa pagina su: