+

DarkStar nasce come sito web personale per raccogliere esperienze e osservazioni in campo astronomico con la speranza che possano essere di aiuto e ispirazione ad altri. Il sito è aperto a collaborazioni (chi "vuol fare" è sempre bene accetto), si legga a questo proposito la sezione "CHI SIAMO" e "OPEN PAGE".

 

Cherubino - Diglit (al secolo Paolo Casarini)

IN EVIDENZA:

PRISMA DI HERSCHEL LUNT 31,8 mm.

Economico, adatto a rifrattori anche "vintage" per via del suo diametro, piuttosto prestazionale. Ecco il prisma di Herschel per tutti..

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-accessori/prisma-di-herschel-lunt/

BARLOW 5x CINESE

Qualcosa di strano: una barlow 5x acrmatica che non costa "niente" e che lavora egregiamente. Cosa ci insegna?

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-accessori/barlow-5x-cinese/

TAKAHASHI MT-160

Un newton vintage (prima serie) dotato di meccanica ed ottica di alto livello capace di prestazioni notevoli. La storia del suo acquisto, restauro, e ampio test sotto il cielo.

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/takahashi-mt-160/

TEC 160 FL - star test

Un grande rifrattore, prestazionalmente ottimo e ben costruito. Solamente troppo caro ai miei occhi. Vediamo come va...

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-brevi/tec-160-fl/

DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE:

- TAKAHASHI TS-100: il primo newton di casa Takahashi: dalla fine degli anni '60 (1969) con furore e con qualche difetto...

- GOTO 80/1200: dagli anni '70 un gioiello giapponese da noi poco conosciuto.

BARLOW CINESE 5X: test

Ho comprato una barlow cinese acromatica con fattore moltiplicativo nominale 5x. E' giunta dall'altra parte del mondo a meno di 20 euro compreso il viaggio (che ha impiegato due mesi a compiersi). Avrebbe dovuto essere una schifezza (mi si conceda il termine) e invece risulta molto ben fatta, dimensionata senza incertezze, e con prestazioni ottiche di ottimo livello. Sorge spontanea una domanda e una considerazione: sicuramente non saranno tutte così ma, anche ammettendolo, dove vanno i soldi di differenza che si pagano per acquistare un marchio "blasonato"? Miracoli della globalizzazione, forse dello sfruttamento, ma il risultato, almeno nelle mani dell'utilizzatore, apre scenari su cui è quantomeno necessario soffermarsi.

 

http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-accessori/barlow-5x-cinese/

STELLE DOPPIE: FOTOGRAFIA E RISULTATI

Fotografare le STELLE DOPPIE è possibile, divertente, e si possono ottenere risultati di ottimo livello. Impegnandosi e anche senza dotarsi di strumenti eccezionali (si veda cosa è stato fatto con un "tubo della stufa") lo spettacolo è assicurato, anche sotto cieli cittadini! Si rimanda al seguente link: http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/ripresa-stelle-multiple/lavorare-al-meglio/

NON ABBIAMO QUASI NULLA DI CIO' CHE SERVE MA... FOTOGRAFIAMO LO STESSO M13?

Tutto quello che NON va bene? Eh sì... siamo a Milano e con attenzione e fatica riusciamo a scorgere a occhio le quattro stelle del quadrato di Ercole. Al cercatore intravediamo qualcosa e all’oculare M13 c’è, con un pochino di granulosità e qualche debolissima stellina, ma siamo al limite. Siamo dietro ad un rifrattore acromatico da 10 cm. e tra le mani ci capita una camerina CMOS planetaria a colori (la QHY5L-II). Aggiungiamo che non abbiamo né tempo né molta voglia e quindi non correggiamo in alcun modo la posa che è di soli 12 secondi con i valori di gain tirati quasi al massimo.

Il risultato è quello che è con una miriade di puntini (pixel caldi) blu, rossi e verdi. Passiamo l’immagine con Photoshop per una semplice aggiustatina ai valori e per eliminare, togliendo loro luce, le radiazioni verdi, rosse, blu. Appare M13, on eccezionale ovviamente, ma ben presente e “sostenibile”. Conclusione? Si fa qualcosa anche con molto poco e in condizioni decisamente svantaggiose. In calce l'immagine originale e una versione a colori invertiti del risultato finale.

Il SOLE con un PST modificato

Il mio piccolo PST modificato (vedi articolo http://www.dark-star.it/astronomia-articoli-e-test/test-strumentali/coronado-p-s-t/) è stato rispolverato nel pomeriggio del 21 luglio 2016 sotto il caldo sole milanese. Il cielo era piuttosto velato e l’incisione delle immagini ne ha risentito ma, nella scarsa mezz’ora in cui ho saputo resistere alla calura, ho ripreso due filmati di cui vi propongo il risultato finale in falsi colori.

PERCHE' IL BIANCO NON E' TUTTO UGUALE

Per tutti coloro che tendono a non comprendere la differente resa dei bianchi fornita da alcuni strumenti speciali e che quindi saranno costretti a "sforzare la vista" per leggere il grigio bianco delle prossime parole...

Si fa presto a dire bianco. C’è quello raffinato e quello dozzinale, ogni sfumatura ha un suo carattere proprio. Haruki Murakami

Consiglia questa pagina su: